Not Safe For Work

Not Safe For Work

lunedì 11 maggio 2015

CBT: Cock and ball torture

Con la sigla CBT, ovvero cock and ball torture (letteralmente, tortura del pene e dei testicoli) si usa indicare, soprattutto fra i praticanti il BDSM, l'attività sessuale consistente nella tortura dei genitali maschili, espletata in varie modalità, ad opera di 
Master o Mistress o in ogni caso soggetti dominanti. Fanno parte delle pratiche di CBT tecniche variamente associate al dolore e alla paura, come l'uso di cera, giochi di tipo medical mediante l'uso di cateteri, massaggio della prostata ovvero milking, utilizzo di elettrostimolatori sui genitali nonché di strumenti atti a percuotere o a comprimere, quali ad es. fruste, corde o altri strumenti, atti ad es. a impedire o limitare l'erezione.


Per quello che mi riguarda è una della mia pratiche preferite. Lo so finora via ho già detto che adoro anche altri giochi, ma che ci posso fare, il Bdsm è la mia passione e mi diverto a fare parecchie cose!!
Tornando a noi, la tortura dei genitali la trovo molto appagante, sai per il dolore che procuro che per le grida che senso (sia di piacere che di dolore).
Ho usato mollette, bacchette, cera, elastici, pesi, corde, ball stretcher di vari genere, presse in plexiglass (grazie John), humbler, pinze, sonde uretrali, elettricità. E non c'è un oggetto con cui non mi sia divertita!
Moltissimi oggetti casalinghi assicurano divertimento e sono adatti allo scopo, per cui non dimenticate che il Bdsm è intorno a voi, negli oggetti più impensati.




Uno scopo che accomuna queste pratiche è nella maggior parte dei casi quello di ottenere un intenso dolore fisico che permette agli individui masochisti di ricavare piacere. Spesso questa pratica permette a chi la subisce di raggiungere l'eccitazione sessuale tramite l'umiliazione e la sottomissione nei confronti del proprio partner che a sua volta può ricavare piacere dal dominare l'altra persona.



Il dolore associato ad un trauma ai testicoli viaggia attraverso il sistema nervoso sino a raggiungere l'addome e stimolando in alcuni casi i recettori del piacere presenti nella prostata e permettendo quindi di ricavare piacere. Questo piacere è più accentuato nel caso la tortura preveda di colpire violentemente l'inguine ad esempio con un calcio, perché in questo caso il dolore del colpo viene confuso dalla stimolazione del perineo ottenendo una sensazione mista di dolore e piacere molto intesa e permettendo in alcuni individui di raggiungere una forte eccitazione sessuale. Questo tipo di pratica effettuata prima di rapporti sessuali permette all'uomo di ritardare ed aumentare l'intensità e la durata dell'orgasmo.



L'eccitazione può derivare anche dal fatto che l'uomo sente di ricevere una particolare "attenzione" dal proprio partner verso i propri organi genitali. Negli individui eterosessuali che subiscono un calcio, una ginocchiata o il calpestamento dei testicoli da una donna questo tipo di piacere è accentuato dalla visione del movimento e dal successivo contatto fisico con i piedi o le gambe della donna che tipicamente generano nell'uomo una forte attrazione sessuale. Molti uomini ossessionati dal desiderio di ricevere dei calci nei testicoli hanno raccontato di aver ricevuto almeno un calcio durante la loro infanzia da una coetanea e di aver provato sensazioni ed emozioni intense ed opposte, quali piacere e dolore, umiliazione ed eccitazione, senso di colpa e desiderio di vendetta e di aver sempre covato il desiderio di ripetere l'esperienza.







































fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Cock_and_ball_torture

Nessun commento:

Posta un commento

Copyright

Copyrighted.com Registered & Protected 
9659-NUMU-ZC4E-QPRG